Laboratorio CFC

Lo European e-Competence Framework (e-CF) è uno dei risultati di una serie di attività promosse dalla UE (nella sua divisione "Enterprise") con il progetto e-Skills. Per la vastità e la rilevanza degli "stakeholder" (tutti estranei al mondo accademico) che lo hanno promosso e lo sviluppano, è indispensabile che l'università ne prenda atto, lo analizzi e contribuisca, ove possibile, alla sua diffusione.

Il Laboratorio CFC si prende il compito di sensibilizzare la comunità accademica informatica e più in generale ICT su questo schema che, nato nel contesto "aziendale", diventerà con ogni probabilità il riferimento europeo e quindi anche nazionale per definire le competenze di chi è già nel mondo del lavoro e quindi anche di chi vi entrerà.

fornisce un riferimento di 40 competenze richieste e praticate nel contesto lavorativo dell’Information and Communication Technology (ICT); l’uso di un linguaggio condiviso per descrivere competenze, skill e livelli di proficiency lo rende facilmente comprensibile in tutta Europa.

Nella sezione degli allegati in fondo alla pagina sono disponibili una sintetica introduzione a eCF e un
documento ufficiale (il materiale completo è reperibile aul
 sito http://www.ecompetences.eu) . 

Citiamo qui i principi guida che hanno ispirato la costruzione del framework, così come vengono descritti dal documento in allegato:

- e-CF è un abilitatore; è stato progettato per essere uno strumento di empowerment per gli
utenti, e non per definire alcun tipo di restrizione.
L’e-CF fornisce una struttura e dei contenuti applicabili a differenti attori: società che operano
nel settore privato e pubblico, società utenti e fornitrici di ICT, istituzioni ed associazioni che si
occupano di istruzione, di formazione e di certificazione, partner sociali e professionisti. In
questo ampio contesto, l’e-CF è pensato per sostenere la comprensione, non per rendere
obbligatorio l’uso di ogni termine utilizzato dentro il framework.

- L’e-CF definisce la competenza ICT come “una abilità dimostrata di applicare conoscenza
(knowledge), abilità (skill) e attitudini (attitude) per raggiungere risultati osservabili”. Questo è un
concetto olistico direttamente connesso con le attività praticate sul posto di lavoro che
comprendono comportamenti umani complessi espressi e incorporati nelle attitudini.

- La competenza è un concetto duraturo e anche se la tecnologia, i mestieri, la terminologia del
marketing e i concetti promozionali cambiano rapidamente nel mondo ICT, l’e-CF rimane durevole
grazie ad un processo di aggiornamento (approssimativamente ogni tre anni) che ne
mantiene la rilevanza.

- Una competenza può essere una componente del ruolo, ma non può essere usata come
sostitutivo della denominazione del ruolo, ad esempio, la competenza, D.7. ‘Gestione delle
vendite’ (Sales Management) non rappresenta l’intero profilo del ruolo di ‘Sales Manager’. Le
competenze possono essere aggregate, a seconda delle esigenze, per rappresentare il contenuto
essenziale di un ruolo professionale o profilo. Allo stesso modo una singola competenza può essere
assegnata ad un numero di differenti profili professionali.

- La competenza non deve essere confusa con concetti tecnologici o di processo come, ‘Cloud
Computing’ o ‘Big Data’. Questi concetti rappresentano tecnologie in evoluzione e, nel
contesto dell’e-CF, possono essere integrati come esempi nella descrizione della conoscenza
(knowledge) e delle abilità (skill).

- L’e-CF non identifica ogni possibile competenza praticata da un professionista o da un manager
ICT, né le competenze sono necessariamente applicabili solo all’ICT. L’e-CF articola le
competenze associandole ai ruoli dell’ICT, ruoli che si possono trovare anche in altre professioni, ma
che risultano altrettanto importanti anche nel contesto ICT, per esempio C.4 ‘Gestione Problemi
(Problem Management)’ o E.3 ‘Gestione del Rischio (Risk Management)’. Tuttavia, per mantenere il
focus sull‘ICT, l’e-CF evita competenze generiche e trasversali quali ‘Communications or General
Management’ che, anche se applicabili sono ampiamente articolate in altre strutture. La scelta
delle competenze da includere in e-CF non è quindi fatta secondo un metodo scientifico, ma è piuttosto
un processo pragmatico che ha visto coinvolto un ampio spaccato di stakeholder che hanno
identificato le competenze sulla base delle conoscenze e delle esperienze nel settore.

- L’e-CF è strutturato in quattro dimensioni. Le e-competence nella dimensione 1 e 2 sono
presentate dal punto di vista organizzativo e non dal punto di vista della persona. La dimensione 3,
che definisce i livelli di e-competence in relazione allo European Qualifications Framework (EQF),
funge da collegamento tra le competenze organizzative e quelle individuali.

- L’e-CF ha al suo interno un collegamento ad EQF; i livelli di competenza definiti in e-CF sono
relazionati ai livelli definiti in EQF. La relazione tra i livelli di apprendimento EQF e livelli di competenza
e-CF è stata sviluppata sistematicamente per consentire l’interpretazione coerente dell‘EQF
nell’ambiente di lavoro ICT.

- La continuità di e-CF è indispensabile; negli aggiornamenti è essenziale che agli utenti venga
fornito un percorso di aggiornamento semplice. Gli utilizzatori di e-CF investono tempo e risorse per
allineare i processi o le procedure con l’e-CF. Le organizzazioni che implementano queste attività si
legano ad e-CF e devono essere certi della continua sostenibilità dei loro processi. Gli aggiornamenti di
e-CF devono tener conto di questa esigenza e fornire sempre quella continuità che consenta di
utilizzare una versione di e-CF fino a quando non risulti conveniente l’aggiornamento alla versione
più recente.

- L’e-CF è neutrale e di libero utilizzo, non segue gli interessi specifici di nessun “influencer”, ed è
stato sviluppato e gestito attraverso un ampio processo di condivisione europeo multi-
stakeholders, sotto l’egida dello European Committee for Standardization. L’e-CF è una
componente chiave della Digital Agenda della Commissione Europea, è stato progettato per
essere utilizzato da qualsiasi organizzazione impegnata nella pianificazione delle risorse umane
ICT e nello sviluppo delle loro competenze.

Share This

S5 Box

Cini Single Sign ON

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy