Comunicato stampa
9 ottobre 2017

Martedì 10 Ottobre a Lucca i giovani delle scuole superiori parleranno di sicurezza informatica con i componenti della nazionale italiana di cyberdefender, protagonisti di un’iniziativa della Scuola Imt Alti Studi Lucca.

Nella Sala convegni del complesso di San Micheletto i giovani cyberdefender incontreranno i loro coetanei delle scuole superiori lucchesi e spiegheranno cos’è la cybersecurity e l’importanza di avviarsi a un percorso formativo per contrastare il cybercrime mettendo a frutto le proprie competenze nel settore della sicurezza informatica.

Con loro il coordinatore nazionale del programma Cyberchallenge.it, Camil Demetrescu (Università Sapienza di Roma) e l’allenatore della squadra nazionale italiana cyberdefender, Marco Squarcina (Università Ca’ Foscari di Venezia).

L’occasione dell’incontro è data dalla presenza a Lucca della squadra per il ritiro che la vede impegnati nella preparazione all’Ecsc, lo European Cybersecurity Challenge (ECSC 2017) di Málaga, Spagna, dove il team italiano si confronterà con le altre nazionali europee.

Dal 30 ottobre al 3 novembre 2017, infatti, l'Italia parteciperà per la prima volta all'European Cybersecurity Challenge (ECSC), la principale competizione europea per giovani tra i 14 e i 25 anni. All'evento, promosso dall'Agenzia Europea per la Sicurezza delle Reti e dell'Informazione (ENISA), parteciperanno le squadre nazionali di Austria, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Liechtenstein, Norvegia, Romania, Spagna, Svizzera e Regno Unito.

La partecipazione italiana fa seguito al piano di ricerca di talenti messa in atto tramite il programma cyberchallenge.it, il primo del suo genere in Italia. La prima edizione, tenutasi nel 2017 presso la l’Università di Roma Sapienza, ha addestrato 26 giovani cyber-defender selezionati su 700 iscritti, inaugurando un nuovo modo di pensare alla costruzione delle difese dello spazio cibernetico italiano basato sull'investimento in conoscenza delle nuove generazioni.

La squadra italiana di cybersecurity è composta da 3 giovani di categoria junior (14-20 anni) e 5 giovani di categoria senior (21-25 anni). Il team include i vincitori dell'edizione 2017 di cyberchallenge.it e membri senior dell'Università Ca' Foscari di Venezia e del Politecnico di Milano con grande esperienza nelle competizioni internazionali dedicate alla sicurezza informatica.

I membri del team sono Pietro Borrello, Qian Matteo Chen, Andrea Fioraldi, Dario Petrillo e Simone Primarosa (cyberchallenge.it), Marco Festa (team towerofhanoi del Politecnico di Milano) e Francesco Benvenuto e Lorenzo Veronese (team c00kies@venice della Ca' Foscari). La squadra nazionale è allenata dal coach Marco Squarcina (Ca' Foscari) e da Emilio Coppa (Sapienza).


La scelta di Lucca per la preparazione è legata all’attività di ricerca in cybersecurity della Scuola Imt che vanta tra i suoi docenti il professor Rocco De Nicola, esperto in linguaggi di programmazione e sistemi distribuiti e coautore insieme a Roberto Baldoni, direttore del Laboratorio Nazionale di Cybersecurity del Cini, del libro bianco Il futuro della cybersecurity in Italia.

Grazie al team dell'unità di ricerca Sysma, la Scuola Imt ha avviato importanti collaborazioni finalizzate a aumentare la sicurezza delle reti.

L'incontro, ad ingresso libero, è aperto a tutti. L’indirizzo è Via San Micheletto 3, Lucca.

Share This

S5 Box

Cini Single Sign ON

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy